Commodities: Update Settimanale 5 Ottobre 2014

Scritto il alle 10:08 da [email protected]
Immagine anteprima YouTube

Autore Goldandother

Fonte Commodities Trading

Metalli

L’ oro termina un’ ennesima ottava in calo a causa dei timori riguardanti le azioni che la Fed intraprenderà nei confronti dei tassi di interesse nel corso del prossimo meeting, fattore strettamente legato ai dati macroeconomici diffusi nel corso della settimana, tra cui annoveriamo il Report mensile sull’ occupazione USA (Non – Farm Payrolls) che si mostra decisamente superiore alle attese confermando il recupero dell’ economia a stelle e strisce, un fatto questo che, come ben sappiamo, gioca contro i prezzi del metallo giallo.

A livello tecnico pare più che probabile un affondo destinato a generare un doppio minimo con il bottom di dicembre 2013.

Cereali

Il comparto continua a manifestare una notevole debolezza, nonostante Wheat e Corn si presentino in lieve recupero in corrispondenza di livelli tecnici evidenziati nelle nostre passate analisi.

Il settore risente del quadro tecnico fondamentale che mostra raccolti qualitativamente buoni e con rese elevate.

Particolare la situazione dei Soybeans che risentono anche del possibile calo di importazioni da parte della Cina a causa della presenza di materiale di tipo OGM appartenente ad una qualità il cui utilizzo non è consentito dal governo cinese.

Softs

L’ ottava appena conclusa è stata caratterizzata da un rimbalzo del Coffee, che beneficia dei timori riguardanti un estendersi dell’ attuale stato di contrazione anche al nuovo raccolto a causa delle condizioni meteo.

Il mio parere personale è che, attualmente, il meteo è proprio il terreno ove si gioca la partita dei prezzi, poichè un improvviso ritorno delle piogge potrebbe causare un rapido storno delle quotazioni dai livelli attuali; fonti brasiliane riferiscono di un invito da parte di enti locali all’ inizio della negoziazione del raccolto immagazzinato.

In recupero anche lo Zucchero, ma solo a livello tecnico per ora, poichè i fondamentali del prodotto rimangono negativi ed appesantiti da un alto livello di surplus a livello globale.

Lieve recupero del Cotone, che rimane tuttavia influenzato dalla politica cinese e dal recente downgrade sulle stime di prezzo effettuato dall’ ICAC.

Energetici

Nel settore Energy l’ ottava è stata caratterizzata dal crollo del petrolio, avvenuto a causa del taglio dei prezzi effettuato dall’ Arabia Saudita e di cui abbiamo reso i dettagli in un apposito articolo pubblicato sul portale; a far le spese dell’ azione del governo saudita sono sia il WTI che il Brent, che si trovano appesantiti da un incremento di produzione a livello globale che contrasta con l’ attuale stato di contrazione della domanda.

Nessuna novità di rilievo per quanto concerne il Natural Gas, che cede terreno dopo la divulgazione dei dati sulle scorte che si sono mostrate ben più elevate rispetto alle attese di mercato per poi recuperare terreno nella sessione di venerdì.

La situazione attuale non mostra variazioni di rilievo, con i prezzi inseriti in un channel lievemente rialzista, come avremo occasione di osservare nel video allegato contenete le analisi grafiche dei prodotti analizzati in questo articolo.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Nessun commento Commenta

Natgas
Prezzi Materie prime
Articoli dal Network
Ftse Mib: prove di allungo per l'indice italiano che oggi tenta la rottura al rialzo dei 23.130 punt
La schizofrenia delle "machinette", il loro costante e continuo lavoro di giorno e di notte, tes
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ormai è chiaro. Stiamo vivendo una fase di transizione che non porterà a breve ad un vero bear m
Ci siamo lasciati con l'indice Biotech posizionato discretamente e a distanza di due settimane lo
statistiche
Histats.com © 2005-2012 Privacy Policy