Commodities 16 Maggio 2011. Tutti sull’ottovolante.

Scritto il alle 18:07 da jt_livingstone

Sono state due settimane di fuoco, sia per me impegnatissimo a far partire il mio nuovo progetto, sia per i mercati delle commodities che sembrano entrati in un lunghissimo ottovolante (o come dicono in america rollercoaster).

Oggi sono in vacanza forzata a causa di un ultimo aggiornamento teconlogico alla mia postazione di trading che mi permettera’ di entrare e uscire dai mercati alla velocita’ di uno due millisecondi. Potenzialita’ enormi ma come diceva una nota pubblicita’ “la potenza e’ nulla senza il controllo”, ed in effetti tutta questa avanzata tecnologia non servira’ a un bel niente se non adeguatamente accompagnata da risultati.

Ma torniamo a parlare di commodities.

Due settimane fa l’uscita di alcuni grossi nomi, come Soros e Slim, dalle posizioni long su agricoli e altre commodities ha fatto da scintilla per quella che si e’ poi dimostrata essere stata una grande intuizione. In pochi giorni il petrolio ha perso piu’ di 10$, provocando perdite enormi sui portafogli di alcuni fondi solo long che non hanno avuto la prontezza di riflessi dei due nomi sopra citati. Per fare un esempio, uno dei fondi speculativi piu’ importanti Clive Capital ha perso circa 400 milioni di dollari in due soli giorni tra il 7 e l’8 Maggio. Certo e’ probabile che due giorni dopo la mega perdita sia ridotta alla meta’ visto come ha rimbalzato il petrolio.

Per non parlare dell’argento che e’ passato da oltre 49$ a poco sopra i 32$ in pochi giorni. Che dire poi del cotone, anticipatore del movimento ribassista che ha perso piu’ di 50 centesimi dal suo record storico.

Il punto e’ che i mercati delle commodities sono entrati in una fase di elevata volatilita’, ma non c’e’ da stupirsi, non e’ la prima volta e non sara’ l’ultima. Il mio consiglio e’ di usare le materie prime con molta cautela.

Nel dettaglio l’indice CRB ha trovato una forte resistenza in  area 370, ma come ho gia’ detto piu’ volte per me rimane in trend positivo finche’ sta sopra i 300. In fondo e’ da tempo che non si assisteva ad una vera e propria correzione.

L’area tra 320 e 300 potrebbe essere un supporto interessante se, come me, si crede che il rally delle commodities non sia ancora finito. Per farmi cambiare idea bisognerebbe che cambiassero divesri fondamentali. Per ora i principali driver rimangono bullish ovvero domanda asiatica soprattutto cinese, che stagionalmente rallenta in primavera-estate, e soprattutto la ripresa dell’economia USA accompagnata dalla politica monetaria accomodante della FED. Sono due grossi interrogativi, ma la mia idea e’ che la FED non fara’ manovre restrittive almeno fino al 2012. Soprattutto ora che Bernanke sembra aver avuto ragione con la sua inflazione temporanea. Vediamo se dura.

CRB index settimanale

Per adesso quindi continuo a rimanere bearish su un po’ tutte le materie prime, con l’unica eccezione del gas naturale. Che in previsione dell’inizio della stagione degli uragani potrebbe cominciare a scaldare i motori. Niente di che ma un salto a 5$ in estate mi sembra ragionevole, considerando che e’ evidente che sotto 4$ ormai chiudono i pozzi con una certa velocita’, addirittura la scorsa settimana sono stati chiusi 16 rigs negli USA portando il conto ad essere ben al disotto dello scorso anno (vedi rapporto Baker Hughes). Certo mancano  ancora un paio di settimane all’inizio della stagione atlantica degli uragani e le temperature sono previste abbastanza media per Midwest, est e sud degli Stati Uniti nei prossimi 15gg.  Quindi occhio alle possibili trappolone per i long che un saltino a 4$ non e’ da escludere.

Come gia’ detto sono bearish un po’ su tutte le materie prime e in particolare per il cotone, per il quale ritengo che la c.d. cura dei prezzi abia funzionato alla grande. Infatti, a fronte di prezzi record la produzione mondiale e’ attesa sui massimi di sempre, non mi stupirei di vedere il cotone a 1$ per il prossimo dicembre, come dicono gli analisti intervistati da Bloomberg.

Sul fronte metalli preziosi, direi che mi sembra presto per rientrare long, visto che cmq il dollaro ha rimbalzato e che la stagionalita’ e’ bearish fino a Luglio -Agosto. Il mio target di lungo periodo e’ sempre 2000$ per oro e 60$ per argento, ma adesso preferisco stare short.

Concludiamo con il pazzo petrolio, possibile un ridimensionamento dei prezzi ora che tutti i rischi geopolitici sembrano essere scomparsi d’improvviso, anche il Mississippi non fa piu’ paura adesso che hanno deciso di aprire la diga di Morganza per salvare le citta’ di Baton Rouge e New Orleans nonche’ tutto il complesso industriale dove tra l’altro si trovano le raffinerie principali della Louisiana, e sono tante. Unico rischio per la benzina e’ per l’oleodotto che trasporta prodotti dal Texas verso l’est del paese, che comunque dovrebbe reggere all’impatto dell’alluvione “controllata”.

Insomma anche su oil sono bearish, in particolare credo che lo spread Brent – WTI potrebbe ridursi un pochino, ma non credo che salira’ sopra i -5$. Per chi fosse interessato segnalo un mio articolo sulla rivista Nuova Energia, qui trovate una porzione dell’articolo online.

Buon trading!

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Commodities 16 Maggio 2011. Tutti sull'ottovolante., 9.8 out of 10 based on 6 ratings
4 commenti Commenta
gremlin
Scritto il 17 maggio 2011 at 10:27

mi fa piacere che anche tu hai notato come Bernanke ci abbia ampiamente azzeccato sulla previsione di storno della componente inflattiva legata a cibo e energia… lui sapeva in anticipo? la SEC si è posta la stessa domanda?

Sono anch’io dell’dea che questa è una fase di correzione e appena torneranno ad indebolire il dollaro usa (necessità impellente) salirà tutto ancora.
Io seguo alcune commodity solo con etf short e long.
Il silver sta disegnando un testa spalle ribassista di medio periodo: comprare adesso sulla neck è doveroso perchè se la figura viene confermata ti puoi stoppare stretto e fare reverse; in area 27/25 inizierei poi ad accumulare
L’oro si può accumulare pian piano anche da ora
Soia in laterale di medio, seguo senza operare
Rame da comprare assolutamente in area 3.7 ma anche adesso si può fare qualche piccolo long
auguroni per il tuo pregetto!

GD Star Rating
loading...

jt_livingstone
Scritto il 18 maggio 2011 at 18:45

gremlin,

Ciao grande

ma quando ti fai una piatta con le opzioni su commodities, ce ne sono di strategie interessanti da fare e la tua esperienza sarebbe molto gradita

tornando alle commodities
silver lo aspetto piu’ in basso a 28 -30$
e uso opzioni o etc, il future e’ un suicidio

anche su oro mi asspetto ancora un po’ di debolezza, soros ha venduto 600milioni di GLD (etc su oro), entrare long quando soros vende mi spaventa un po’
cmq su oro si puo’ usare minigold (33once pesantuccio per portafogli piccoli) o il microgold (10 once pochi volumi ma liquidita’ garantita dai computer arbitraggisti) , mentre le opzioni sono decisamente molto liquide

rame molto interessante a 3700
ma anche qui future piuttosto pericoloso e opzioni illiquide, non rimangono che gli etc per il trader medio

Agricoli in fase preraccolto molto volatili, buoni per l’intraday ma non per trader di posizione
ma anche loro secondo me hanno buoni fondamentali, in particolare il corn che ha uno stock to use ratio molto basso
secondo me si puo’ provare a comprare call spread su luglio ad ogni discesa anche molto OTM

invece ti vorrei chiedere che ne pensi dei TBOND, 126 mi sembra un ottimo livello per shortare

ciao e torna presto a trovarci

GD Star Rating
loading...

gremlin
Scritto il 24 maggio 2011 at 10:55

scusa ma mi sono perso la tua replica, la vedo solo ora…

sui bond di tutti i tipi è da un mese circa che predico long a tutt’andare

gli ultimi meeting e press conference di FED e BCE hanno indotto pesantemente la speculazione a non dare per acquisiti aumenti dei tassi a breve
se a questo aggiungi l’intoppo del bull market azionario e conseguente primo timido fly to quality (sell equity, buy bond) il potenziale rialzista dei bond in caso di ulteriore debolezza dell’equity è decisamente notevole
fatta salva l’operatività intraday ti sconsiglio di shortare il bond in questa fase di incertezza

CIAO!!!

GD Star Rating
loading...

Natgas
Prezzi Materie prime
Articoli dal Network
Ftse Mib: prove di allungo per l'indice italiano che oggi tenta la rottura al rialzo dei 23.130 punt
La schizofrenia delle "machinette", il loro costante e continuo lavoro di giorno e di notte, tes
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ormai è chiaro. Stiamo vivendo una fase di transizione che non porterà a breve ad un vero bear m
Ci siamo lasciati con l'indice Biotech posizionato discretamente e a distanza di due settimane lo
statistiche
Histats.com © 2005-2012 Privacy Policy